Gioco, museo, sovvertimenti: incontro con Adonay Bermúdez a Macro Asilo

Il curatore indipendente Adonay Bermúdez (Lanzarote, Spagna, 1985), impegnato – come scrive sul suo  sito – sul fronte della democratizzazione dell’arte, sulla presenza della creatività nel presente, su temi flagranti come la precarietà e l’effimero, tiene una lectio magistralis sul tema Il gioco entra nel museo presso il Macro Asilo (Roma, via Nizza 138), il giorno…

La Casina dell’Oca, di Julie Pezzali

Il Gioco dell’oca e le sue infinite varianti in mostra alla Casina di Raffaello recensione di Julie Pezzali Per una curiosa coincidenza, l’ultimo libro di Erri de Luca, Il giro dell’oca, edito per Feltrinelli (la cui splendida copertina è affidata a Cristiano Guerri) è uscito in concomitanza con la mostra Il gioco dell’oca. Storia e significato…

Mistero all’Accademia di Martina Landini

“Mistero all’accademia” è il primo volume di una collana di testi progettati per insegnare la lingua italiana agli studenti cinesi che frequentano le scuole nel nostro paese – molti dei quali coinvolti nei programmi Marco Polo e Turandot – e a cui è richiesto un livello di lingua B1 o B2. “Pensati per studiare l’italiano…

Giochi da libreria, di Valentina Francese

Con la diffusione dei dispositivi elettronici, dei libri digitali, con il crescere dell’e-commerce, in un’epoca di libera informazione sul web, il consiglio del libraio conta ormai molto meno del suggerimento del blogger più simpatico e più estroso. Per riavvicinare il pubblico ai libri, le librerie si fanno promotrici di eventi e iniziative fantasiose ed eterogenee…

PLAY: un festival di arte e gioco (in Belgio)

Fino all’11 novembre 2018, nella città belga di Kortrijk si svolge Play, un festival, una kermesse, un evento diffuso in tutta la cittadina, che presenta – al chiuso e all’aperto – davvero tante opere che invitano al gioco. Curato da Hilde Teerlinck (CEO Han Nefkens Foundation, Barcellona) e da Patrick Ronse (direttore di Be-part, Platform for contemporary…

Google-musei: da manuale

Gli accordi stretti da alcuni anni da Google con musei pubblici, grandi gallerie e collezioni di varia entità hanno permesso il riversamento on line di imponenti raccolte di documenti e di immagini, esplorabili anche spazialmente nei loro contesti e interrogabili attraverso diverse chiavi di indagine. Attualmente (2018), la piattaforma Google Arts & Culture consente di accedere a…

Il tempo del gioco per Franco Cenci

Giovedì 17 maggio 2018 presso l’Aula 1 del Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo della Sapienza, alle ore 10, l’artista Franco Cenci tiene una lezione sul gioco, un tema a cui ha dedicato creazioni singole e serie di opere, intrecciando tecniche diverse (collage, fotografia, pittura, ceramica, ricamo, installazioni, assemblage), opere che coinvolgono sottilmente chi guarda…

Ambienti digitali e patrimonio culturale

Il convegno Ambienti digitali per l’educazione all’arte e al patrimonio,  curato da Alessandro Luigini e Chiara Panciroli (con il patrocinio di Unione Italiana Disegno) si è svolto ai primi di ottobre del 2017 presso la Libera Università di Bolzano, con lo scopo di esplorare con metodo il vasto ambito indicato dal titolo e di collegare punti…

Video Game Lab: 4-6 maggio 2018 Roma

Dal 4 al 6 maggio 2018, a Roma – Cinecittà, si svolge la rassegna Video Game Lab, dedicata al mondo, alla cultura e alle potenzialità del videogame. “Non un festival” – come si legge nel sito dell’evento – “ma piuttosto un grande laboratorio”, con workshop, giochi e postazioni interattive, incontri, scambi di idee e progetti. Il…

Buone pratiche: il digitale e la storia dell’arte

Qualche esempio in ordine sparso e “a campione” di buone pratiche che inglobano il digitale in diverse situazioni di ricerca, apprendimento, diffusione della storia dell’arte: Un sito fondativo: risale agli anni Novanta e mantiene la forza di un modello Victorianweb di George Landow, un pioniere nell’applicazione dei nuovi strumenti alla letteratura e alla storia dell’arte…

La casa-universo di Depero a Rovereto

Una delle porte per entrare nell’universo creativo di Fortunato Depero (1892-1960) è quella della sua casa, la “Casa d’arte futurista Depero”, situata a Rovereto, in via Portici 38. Fondata dall’artista trentino nel 1957 (pochi anni prima della sua scomparsa), la casa è un compendio delle sue multiformi attività, che hanno rinnovato e ravvivato la pittura,…

Lezioni di gioco 2018

Dal primo marzo 2018 e fino alla fine di maggio, tutti i lunedì e giovedì mattina , Antonella Sbrilli tiene un corso magistrale sul tema del ludico nell’arte contemporanea presso il Dipartimento di Storia dell’arte e Spettacolo della Sapienza. Le lezioni affrontano alcune esperienze artistiche del ‘900 (e oltre), in cui il gioco è una…

Fumetti nei musei

Un progetto e una mostra: ambientare storie a fumetti nei musei italiani. L’iniziativa coinvolge partner istituzionali, editoriali e creativi: il Ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, il SED (Centro Servizi educativi per il museo e il territorio),  la Ales, e la Coconino Press, casa editrice fondata nel 2000 da Igort e Carlo Barbieri…

XXI secolo: the “ludic century”

Nel XXI secolo il gioco avrà un ruolo pervasivo e strutturante, tanto da connotare l’intero secolo come “ludico”. È un’affermazione emersa durante la Games + Learning + Society conference del 2008 e ripresa dal game designer Eric Zimmerman – con Heather Chaplin – nel manifesto The 21st Century Will Be Defined by Games.  “Being playful is the…

Intervallo giocabile: fusione di artisti

In questa frase –  Giorgione – Lotto = Giotto – dai nomi di due artisti italiani se ne ottiene un terzo: il giocatore può cimentarsi nello stesso esercizio con le coppie di nomi elencati sotto, oppure può trovare nuovi nomi la cui fusione dia origine a un terzo. Considerazioni sulla parentela fra gli artisti coinvolti…

Musei da manuale: le case di Moreau e Monet

Musei da manuale: le case di Moreau e Monet raccontano i due artisti accogliendo i visitatori anche in modalità virtuale. Dentro e fuori, interno ed esterno, oscurità e luminosità, regime notturno e regime diurno delle immagini, visione e percezione, racconto mitico e realtà flagrante: sono le polarità che – almeno in apparenza – dirigono l’indole…

Musei da manuale: L’albero in diagonale

Musei da manuale: L’albero in diagonale presenta il nucleo di una lezione sulle mutue influenze fra visione orientale e occidentale della composizione, che parte da una pagina del libro Una squisita indifferenza (1990), dello studioso statunitense Kirk Varnedoe (1946-2003), già direttore del Dipartimento di Pittura e scultura del Moma di New York. E la illustra con alcune…

VisiTag: il museo che apprende

VisiTag è una parola-composta che unisce una visita (nel nostro caso ad un museo) con il tag, il termine che indica l’etichettatura dei contenuti. E VisiTag. Il museo che apprende è un progetto che propone al pubblico di documentare i propri percorsi all’interno di una collezione, descrivendo con parole chiave singole opere, intere sale, o…

Tabloid Art History

Tabloid Art History (TAH) è un’impresa creativa di tre giovani curatrici britanniche, Elise Bell, Chloe Esslemont e Mayanne Soret, che – all’inizio per gioco – hanno cominciato a raccogliere fotografie di persone famose còlte in pose, situazioni, atmosfere somiglianti a capolavori della storia dell’arte. Prima su Twitter – dove l’account @tabloidarthist è seguito da più…

Intervallo giocabile: Bricolart

A ritmo incessante, sempre di più da quando c’è Internet, vengono inventati nuovi termini per definire movimenti e protagonisti delle arti contemporanee. Spesso sono termini composti, che combinano prefissi e suffissi di varie lingue, soprattutto l’inglese, con qualche ricordo del latino (Neo-romantic, Post-moderno) e danno origini a veri mostri, come il Cool-hunter, il cacciatore di…

ArtLab: un progetto learning by doing del 1998 (e anche un museo da manuale)

Dal desiderio di realizzare un’opera sulla storia dell’arte che fondesse insieme una struttura narrativa accattivante, un’interazione mirata con le opere, ambienti navigabili e un risultato formativo, nel 1998 fu realizzato il prototipo di un prodotto multimediale dal titolo ArtLab. Adventure nei laboratori e nei labirinti dell’arte. Il progetto è ispirato a un titolo tedesco dedicato…

#treparoleunquadro: un gioco su “Alfabeta2”

  “Paesaggio, mamma-con-bambino, fulmine”: è probabile che, leggendo questa terna di parole, ci venga in mente il quadro di Giorgione, La Tempesta. E se le parole fossero: “cestino-da-picnic, donna nuda, uomini-con-barba” forse il pensiero andrebbe alla Colazione sull’erba di Edouard Manet. “Statua, palla, guanto” sono sufficienti a farci visualizzare Il canto d’amore di Giorgio de Chirico….

Esercizi di stile: un format del 1996

Fra il 1996 e il 1998 la casa editrice Giunti Multimedia e le Edizioni La Repubblica misero in commercio una serie di CdRom dedicati a figure d’artista. Una tecnologia a quei tempi all’avanguardia consentiva di trasferire un formato editoriale cartaceo (le monografie dedicate a grandi artisti) nei nuovi linguaggi digitali, inserendo funzioni nuove: la possibilità…

“Ah, che rebus!” una mostra in gioco

Il rebus ha una storia antica che, a ripercorrerla, rivela molte sorprese, dalle cifre figurate di Leonardo da Vinci ai ventagli di Stefano Della Bella e Giuseppe Maria Mitelli; dai rebus politici del Risorgimento fino alle vignette della celebre rivista “La Settimana Enigmistica”, disegnate dall’illustratrice milanese Maria Ghezzi (la Brighella) e riprese nella pittura italiana…

Indizi dipinti: dedurre una storia dall’immagine

Il 14 ottobre 2007, durante il Festival Parole in gioco di Urbino (una rassegna ideata e curata da Maria Perosino e Stefano Bartezzaghi), Antonella Sbrilli e Claudia Matera progettarono e condussero un “detective game”, basato sull’immagine di un dipinto dell’artista Sergio Ceccotti: Situazione metropolitana, 2000. In questo dipinto dell’artista romano, è messa in scena la suspence…

Arte emergente al Maxxi (Roma 2015)

Arte emergente: parole, immagini e reti sociali. Conversazione e gioco partecipativo è un’esperienza in cui il pubblico è coinvolto nella creazione condivisa di una descrizione “dal basso” di immagini significative della storia dell’arte. Si è tenuta al Museo Maxxi di Roma il 7 luglio 2015, come uno degli eventi del Festival della Complessità 2015. Ogni immagine…

Di arte, musei, web e social media: il blog di Nicolette Mandarano

Nicolette Mandarano è una storica dell’arte (laurea e PhD in Sapienza Roma), che affianca alle sue conoscenze di collezionismo e  iconologia  – fra le altre cose coordina da anni il progetto Iconos sulle Metamorfosi di Ovidio – una lunga esperienza relativa alle applicazioni delle nuove tecnologie al mondo storico-artistico e alla comunicazione digitale. Attualmente (dicembre…

Nel Cerchio dell’Arte, a Bolzano (Centro Trevi)

Nel cerchio dell’arte offre la possibilità di compiere inconsuete esplorazioni della storia dell’arte, attraverso modalità coinvolgenti e interattive. Nella sala interrata del Centro Trevi a Bolzano, da ottobre 2012, avanzati sistemi tecnologici diventano gli strumenti per conoscere, approfondire e condividere informazioni e curiosità riguardanti specifiche tematiche della storia dell’arte. Seguendo un percorso a ritroso che…

Ricetta: una mostra sul tempo

Durante la mostra Dall’oggi al domani. 24 ore nell’arte contemporanea (Museo Macro, Roma aprile-ottobre 2016), una serie di esperienze ha avvicinato il pubblico alle opere esposte, secondo i criteri della partecipazione e le tecniche del gioco. Per tutta la durata della mostra (155 giorni), scandita da un calendario da muro gigante su cui erano segnati…

“Tu m’inviti” alla Gnam, nel 2013

Tu m’ è il titolo di un quadro di Marcel Duchamp, che invita a completare la frase a proprio piacimento. E in occasione della mostra Duchamp re-made in Italy (Roma, Galleria nazionale d’arte moderna, 2013), Antonella Sbrilli e Ada De Pirro hanno completato il titolo in Tu m’inviti, invitando appunto il pubblico a una sessione…

Sguardi dell’arte sul gioco: Pistoia 2016

Arte e gioco sono in dialogo da sempre, dalle imprese figurate del Rinascimento agli enigmi verbo-visivi del Novecento; dai dipinti con altalene, girotondi e aquiloni, alle giostre inquiete proposte di recente nei musei; dai quadri di maschere del Settecento ai travestimenti e alle simulazioni attuali. Il gioco – con le sue regole – può essere…

Trovare un altro gioco: 14 febbraio 2018

Mercoledì 14 febbraio 2018 al Museo di Roma in Trastevere (piazza Sant’Egidio) si tiene un incontro dal titolo, Trovare un altro gioco: fra arte e apprendimento, dedicato a molti dei temi sviluppati in questo sito. Esperienze di giochi svolti nell’editoria, nella didattica scolastica e universitaria, in mostre e musei sono presentati come un repertorio di…

Micromondi: un corso universitario su tumblr

Micromondi è un esperimento di dispensa universitaria partecipata, redatta in tempo reale insieme agli studenti durante le lezioni di Storia dell’arte contemporanea di Antonella Sbrilli (Università La Sapienza, Roma) rivolte agli iscritti alla Laurea Magistrale della Facoltà di Lettere e Filosofia (a.a. 2016-2017, II semestre). Il blog è stato ideato insieme a Roberta Aureli, storica…

Giochi di Sala

In occasione dell’Educational Day 2015 ( domenica 19 aprile), promosso dall’Amaci con decine di iniziative in tutta Italia, con lo scopo di avvicinare il pubblico ai musei, rendendoli “centri di formazione permanente, luoghi di scambio e di crescita”, Antonella Sbrilli ha proposto e co-curato i Giochi di Sala per la Galleria Nazionale d’arte moderna di Roma (Gnam,…

Digital Art History DAH-Journal

Digital Art History DAH-Journal è una rivista internazionale fondata nel 2015 e curata da Harald Klinke e Liska Surkemper che raccoglie ricerche e discussioni sulla così detta “Digital Art History”: una definizione complessiva per metodi che coinvolgono strumenti digitali e tipologie di analisi dei dati che vanno dalla statistica alle applicazioni dell’Intelligenza Artificiale. Pubblicato il: 29.10.17