Aula

In questa pagina sono raccolti i post sulle esperienze condotte in aula: scuola secondaria, università, formazione aziendale e life long learning.
(clicca sulle immagini per andare al post)

 

Valerio Eletti, esperto di grafica editoriale multimediale, ha proposto agli studenti delle classi quinte un’esercitazione sulle locandine delle Avanguardie artistiche, giocando con il citazionismo.
Data: marzo 2018
Ideazione e conduzione: Valerio Eletti, con i docenti di storia dell’arte, grafica e gli studenti del Liceo artistico Angelo Frammartino di Monterotondo (Roma).
Obiettivi: apprendere un metodo di analisi delle immagini per individuare le caratteristiche dei vari stili; rimescolare le conoscenze per creare prodotti grafici originali che attingano alla storia dell’arte e della grafica.
Keywords: grafica, arte, citazionismo, vintage, interdisciplinarietà.

 

 

Prendendo spunto da una recente pubblicazione di Palombi editore, una classe ha adottato lo sketchrawl come forma di esplorazione e rappresentazione del territorio alla ricerca dell’elemento caratteristico, del genius loci.
Data: marzo-ottobre 2018
Ideazione e conduzione: Maria Stella Bottai, i docenti di grafica e gli studenti del Liceo artistico Angelo Frammartino di Monterotondo (Roma).
Obiettivi: realizzazione di disegni e fotografie, rielaborati con grafica digitale, per raccontare il territorio. Soffermarsi a guardare, prendere tempo per disegnare con la matita e poi con il mouse angoli del territorio come li vedono gli studenti che vivono quei luoghi quotidianamente.
Keywords: sketchcrawl, grafica, rappresentazione e narrazione del territorio, interdisciplinarietà.

 

 

La realtà virtuale è sempre più presente nello studio della storia dell’arte e nella fruizione di mostre, sale museali, siti archeologici. Abbiamo provato a crearne una per una lezione di arte olandese del Seicento.
Data: gennaio 2018
Ideazione e conduzione: Maria Stella Bottai e gli studenti del Liceo artistico Angelo Frammartino di Monterotondo (Roma).
Obiettivi: progettazione di un video di realtà virtuale per lo studio della storia dell’arte, da fruire sia con che senza visori. Sperimentazione di nuovi linguaggi per veicolare i contenuti culturali. Lavoro di gruppo finalizzato a un progetto che resta nel tempo e riutilizzabile dalla comunità scolastica (e non solo).
Keywords: realtà virtuale, VR, Youtube, Rembrandt, Vermeer, Google.

 

 

Tra le icone di Whatsapp che usiamo per i nostri messaggi quotidiani ce ne sono alcune ispirate a opere d’arte. Cercarle, studiarle, inventarne di nuove è un gioco e insieme un esercizio per comprendere la comunicazione visiva contemporanea.
Data: dal 2015
Ideazione e conduzione: Maria Stella Bottai
Obiettivi: esplorazione delle icone nelle app di messaggistica che si riferiscono alla storia dell’arte quali traduzione delle opere d’arte in un linguaggio popolare e istantaneo; rielaborazione grafica di alcune opere celebri; comprensioni delle regole della comunicazione di massa contemporanea.
Keywords: Whatsapp, grafica, comunicazione visiva, linguaggio universale.

 

 

Il sito dell’Unesco con la lista dei beni patrimonio dell’umanità si presta a esercitazioni di gruppo sul metodo del debate, per migliorare l’argomentazione e l’esposizione delle proprie idee.
Data: dal 2016
Ideazione e conduzione: Maria Stella Bottai
Obiettivi: esplorazione e utilizzo delle risorse online per lo studio della storia dell’arte, siano esse convenzionali e non, e integrarle con testi cartacei. Accesso alle fonti in lingua inglese.
Keywords: Debate, Unesco, datamining, oratoria, lavori di gruppo, CLIL

 

 

Si può usare Instagram per studiare la storia dell’arte?
Un esperimento condotto in una classe del Liceo artistico Angelo Frammartino di Monterotondo (Roma) mostra le potenzialità del social network come strumento di studio ed educazione all’immagine.
Data: ottobre 2015
Ideazione e conduzione: Maria Stella Bottai
Obiettivi: utilizzare Instagram come risorsa di informazioni visive da riutilizzare per lo studio, integrandole con la manualistica.
Keywords: Instagram, Education, Image, Datamining, Big Data

 

 

 Micromondi è un esperimento: una dispensa universitaria partecipata, redatta in tempo reale insieme agli studenti durante le lezioni di Storia dell’arte contemporanea di Antonella Sbrilli (Università La Sapienza, Roma) nell’anno accademico 2016-17. Il corso è rivolto agli studenti di Laurea.
Data: marzo-maggio 2017
Ideazione e realizzazione: Antonella Sbrilli, Roberta Aureli e gli allievi e le allieve che hanno contribuito.Obiettivi: redigere in tempo quasi reale e in modo partecipativo le dispense di un corso universitario, pubblicando via via gli abstract  delle lezioni e le segnalazioni di allievi e allieve.
Keywords: lessons, bottom up, publishing
Nota: l’esperimento Micromondi è citato come best practice da Flavia Matitti in Wunderkammern contemporanee tra arte e letteratura, verità e finzione, nel volume  curato da Maria Celeste Cola,  Mostrare il Sapere (ed. Musei Vaticani) 

 

#Sunflowerslive è l’esperimento di mostra live che ha avuto luogo il 14/8/2017 sulla piattaforma Facebook: 5 musei internazionali si sono collegati sulle loro pagine istituzionali per mostrare agli utenti la versione dei Girasoli di Van Gogh in loro possesso. Una mostra impossibile nella realtà ma possibile grazie alla rete.
Data: 2017
Obiettivi: conoscere simultaneamente le 5 versioni dei Girasoli esistenti, compararle come in una tavola sinottica e sperimentare le potenzialità di una mostra online.
Keywords: Participation, online exhibition, live, social network, Facebook.

 

 

125Q&A è la pagina del Museo Van Gogh di Amsterdam che raccoglie 125 domande – e rispettive risposte – poste dal pubblico sulla vita e l’opera del pittore. Un esempio di ascolto dei visitatori del museo e degli appassionati di Van Gogh, e di come creare e presentare un database di informazioni su più registri.
Data: 2015
Obiettivi: conoscere la vita e l’opera di Van Gogh da angolazioni nuove, esercitarsi nella lingua straniera, creare un legame con l’istituzione museale.
Keywords: Participation, database, datamining, live, web museum, #askacurator.