I videogiochi per la scuola, i musei, le comunità. Appunti per l’oggi e il domani dal Video Game Lab di Cinecittà

Il Video Game Lab si è svolto dal 4 al 6 maggio 2018 a Roma negli spazi di Cinecittà (lo avevamo annunciato qui). E’ stata l’occasione per fare il punto della situazione sui cosiddetti serious games e il patrimonio culturale, per giocare a giochi ‘vintage’ e scoprire le nuove uscite sul mercato; per molti docenti…

Buone pratiche: il digitale e la storia dell’arte

Qualche esempio in ordine sparso e “a campione” di buone pratiche che inglobano il digitale in diverse situazioni di ricerca, apprendimento, diffusione della storia dell’arte: Un sito fondativo: risale agli anni Novanta e mantiene la forza di un modello Victorianweb di George Landow, un pioniere nell’applicazione dei nuovi strumenti alla letteratura e alla storia dell’arte…

Il gioco del vintage. Una proposta per la grafica e la storia dell’arte.

Lo scorso 14 marzo è venuto a trovarci a scuola Valerio Eletti, artista, grafico, giornalista, esperto di editoria, docente di corsi universitari e per la formazione manageriale. Valerio ci ha raccontato la sua vasta esperienza nel campo dell’editoria multimediale, che annovera collaborazioni con La Repubblica, L’Espresso, Giunti Multimedia. In vista degli esami di maturità, le…

Lo sketchcrawl per raccontare il territorio

La Fondazione ICM (Fondazione Istituzione Culturale di Monterotondo) ha chiesto alle scuole del comune di Monterotondo (Roma) di raccontare il territorio attraverso gli occhi – e le mani – degli studenti. Il nostro liceo artistico, l’Angelo Frammartino, ha accolto la proposta con entusiasmo cercando una chiave di narrazione creativa. Tra le varie opzioni possibili (video,…

Le prime 100 risposte al nostro questionario

Ad oggi, 17 febbraio, 117 persone hanno risposto al nostro breve questionario anonimo sulle prime volte con musei e opere d’arte (potete ancora fare il questionario seguendo il link, vedrete le altre risposte alla fine delle domande). L’età dei partecipanti al sondaggio spazia dagli 8 ai 97 anni e la collocazione geografica tocca l’Italia da…

Intervallo giocabile: fusione di artisti

In questa frase –  Giorgione – Lotto = Giotto – dai nomi di due artisti italiani se ne ottiene un terzo: il giocatore può cimentarsi nello stesso esercizio con le coppie di nomi elencati sotto, oppure può trovare nuovi nomi la cui fusione dia origine a un terzo. Considerazioni sulla parentela fra gli artisti coinvolti…

VisiTag: il museo che apprende

VisiTag è una parola-composta che unisce una visita (nel nostro caso ad un museo) con il tag, il termine che indica l’etichettatura dei contenuti. E VisiTag. Il museo che apprende è un progetto che propone al pubblico di documentare i propri percorsi all’interno di una collezione, descrivendo con parole chiave singole opere, intere sale, o…

Intervallo giocabile: Bricolart

A ritmo incessante, sempre di più da quando c’è Internet, vengono inventati nuovi termini per definire movimenti e protagonisti delle arti contemporanee. Spesso sono termini composti, che combinano prefissi e suffissi di varie lingue, soprattutto l’inglese, con qualche ricordo del latino (Neo-romantic, Post-moderno) e danno origini a veri mostri, come il Cool-hunter, il cacciatore di…

ArtLab: un progetto learning by doing del 1998 (e anche un museo da manuale)

Dal desiderio di realizzare un’opera sulla storia dell’arte che fondesse insieme una struttura narrativa accattivante, un’interazione mirata con le opere, ambienti navigabili e un risultato formativo, nel 1998 fu realizzato il prototipo di un prodotto multimediale dal titolo ArtLab. Adventure nei laboratori e nei labirinti dell’arte. Il progetto è ispirato a un titolo tedesco dedicato…

#treparoleunquadro: un gioco su “Alfabeta2”

  “Paesaggio, mamma-con-bambino, fulmine”: è probabile che, leggendo questa terna di parole, ci venga in mente il quadro di Giorgione, La Tempesta. E se le parole fossero: “cestino-da-picnic, donna nuda, uomini-con-barba” forse il pensiero andrebbe alla Colazione sull’erba di Edouard Manet. “Statua, palla, guanto” sono sufficienti a farci visualizzare Il canto d’amore di Giorgio de Chirico….

Esercizi di stile: un format del 1996

Fra il 1996 e il 1998 la casa editrice Giunti Multimedia e le Edizioni La Repubblica misero in commercio una serie di CdRom dedicati a figure d’artista. Una tecnologia a quei tempi all’avanguardia consentiva di trasferire un formato editoriale cartaceo (le monografie dedicate a grandi artisti) nei nuovi linguaggi digitali, inserendo funzioni nuove: la possibilità…

“Ah, che rebus!” una mostra in gioco

Il rebus ha una storia antica che, a ripercorrerla, rivela molte sorprese, dalle cifre figurate di Leonardo da Vinci ai ventagli di Stefano Della Bella e Giuseppe Maria Mitelli; dai rebus politici del Risorgimento fino alle vignette della celebre rivista “La Settimana Enigmistica”, disegnate dall’illustratrice milanese Maria Ghezzi (la Brighella) e riprese nella pittura italiana…

Le icone Whatsapp e le opere d’arte

Per scrivere questo post ho passato più di mezz’ora a guardare con attenzione le icone di Whatsapp. Lo faccio spesso, in cerca di tracce o riferimenti nuovi alla storia dell’arte. La faccina gialla e blu con le mani sulle guance e la bocca spalancata era già tra le prime emoticon apparse sulle tastiere dei nostri…

Indizi dipinti: dedurre una storia dall’immagine

Il 14 ottobre 2007, durante il Festival Parole in gioco di Urbino (una rassegna ideata e curata da Maria Perosino e Stefano Bartezzaghi), Antonella Sbrilli e Claudia Matera progettarono e condussero un “detective game”, basato sull’immagine di un dipinto dell’artista Sergio Ceccotti: Situazione metropolitana, 2000. In questo dipinto dell’artista romano, è messa in scena la suspence…

Le risorse web per conoscere Van Gogh/1

A volte viene da chiedersi: cos’altro ci sarà da dire ancora su Van Gogh? Dopo che gli sono stati dedicati studi accademici, convegni, mostre, monografie, film, romanzi, canzoni, poesie, siti web, cosa rimane ancora da scoprire su questo popolarissimo artista che, ironia della sorte, morì avendo venduto un solo quadro e cento anni dopo ha…

L’Unesco come metodo di studio. Il debate per la storia dell’arte.

Durante un soggiorno di studio all’Università di Helsinki, nella mitica Finlandia tanto citata quando si parla di modelli educativi, mi sono imbattuta nella Debating society. Si tratta di associazioni molto presenti nel Nord Europa che promuovono “critical thinking and reasoned discourse”, l’arte oratoria, prendendo in prestito una tradizione britannica. Nelle aule scolastiche ci si rende…

Le risorse web per conoscere Van Gogh/2

125Q&A. Nel 2015, in occasione dei 125 anni dalla morte di Van Gogh (1890), il sito del Museo Van Gogh di Amsterdam apre una pagina con questo nome. Per celebrare l’anniversario, i curatori museali hanno selezionato 125 domande tra quelle poste dal pubblico, e risposto a ciascuna. Accanto alle informazioni anagrafiche e alla conoscenza accademica,…

Le risorse web per conoscere Van Gogh/3

Chi avrebbe mai detto che si poteva studiare l’arte anche tramite i big data. Con il termine big data si indica un’enorme quantità di dati, riorganizzati attraverso le più svariate griglie di criteri, e tra i più autorevoli pionieri nel mettere insieme big data e cultura delle immagini c’è certamente Lev Manovich. Per dare un…

Arte emergente al Maxxi (Roma 2015)

Arte emergente: parole, immagini e reti sociali. Conversazione e gioco partecipativo è un’esperienza in cui il pubblico è coinvolto nella creazione condivisa di una descrizione “dal basso” di immagini significative della storia dell’arte. Si è tenuta al Museo Maxxi di Roma il 7 luglio 2015, come uno degli eventi del Festival della Complessità 2015. Ogni immagine…

Nel Cerchio dell’Arte, a Bolzano (Centro Trevi)

Nel cerchio dell’arte offre la possibilità di compiere inconsuete esplorazioni della storia dell’arte, attraverso modalità coinvolgenti e interattive. Nella sala interrata del Centro Trevi a Bolzano, da ottobre 2012, avanzati sistemi tecnologici diventano gli strumenti per conoscere, approfondire e condividere informazioni e curiosità riguardanti specifiche tematiche della storia dell’arte. Seguendo un percorso a ritroso che…

Ricetta: una mostra sul tempo

Durante la mostra Dall’oggi al domani. 24 ore nell’arte contemporanea (Museo Macro, Roma aprile-ottobre 2016), una serie di esperienze ha avvicinato il pubblico alle opere esposte, secondo i criteri della partecipazione e le tecniche del gioco. Per tutta la durata della mostra (155 giorni), scandita da un calendario da muro gigante su cui erano segnati…

“Tu m’inviti” alla Gnam, nel 2013

Tu m’ è il titolo di un quadro di Marcel Duchamp, che invita a completare la frase a proprio piacimento. E in occasione della mostra Duchamp re-made in Italy (Roma, Galleria nazionale d’arte moderna, 2013), Antonella Sbrilli e Ada De Pirro hanno completato il titolo in Tu m’inviti, invitando appunto il pubblico a una sessione…

Micromondi: un corso universitario su tumblr

Micromondi è un esperimento di dispensa universitaria partecipata, redatta in tempo reale insieme agli studenti durante le lezioni di Storia dell’arte contemporanea di Antonella Sbrilli (Università La Sapienza, Roma) rivolte agli iscritti alla Laurea Magistrale della Facoltà di Lettere e Filosofia (a.a. 2016-2017, II semestre). Il blog è stato ideato insieme a Roberta Aureli, storica…

Giochi di Sala

In occasione dell’Educational Day 2015 ( domenica 19 aprile), promosso dall’Amaci con decine di iniziative in tutta Italia, con lo scopo di avvicinare il pubblico ai musei, rendendoli “centri di formazione permanente, luoghi di scambio e di crescita”, Antonella Sbrilli ha proposto e co-curato i Giochi di Sala per la Galleria Nazionale d’arte moderna di Roma (Gnam,…