Mostre anni 80 _ Biennale di Venezia 1986

La XLII edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte La Biennale di Venezia del 1986 indaga i rapporti tra Arte e Scienza, cogliendo uno snodo degli interessi e delle ricerche di quegli anni. 


Il direttore del settore Arti visive è il critico e storico dell’arte Maurizio Calvesi (1927-2020), che affronta i rapporti fra questi due grandi campi della conoscenza con uno sguardo ampio, che va dal passato al presente, dalla tradizione alchemica alle tecnologie informatiche e alle immagini sintetiche.
La mostra è articolata nelle seguenti sezioni: Spazio, Arte e Alchimia, Wunderkammer, Arte e Biologia, Colore, Tecnologia e Informatica, La Scienza per l’Arte.
Come scrive Calvesi nella presentazione, la scelta collega e mette a confronto “storia e attualità dell’arte, in un percorso che prende le mosse dal Rinascimento per allargarsi nel XX secolo e nella produzione dei nostri giorni. Il tema prescelto sembra particolarmente adatto a cogliere il senso stesso dell’evoluzione dell’arte, alla luce delle sue vocazioni conoscitive (vedi le sezioni Spazio, Colore, Biologia, Tecnologia); e tuttavia nel costante accordo circolare di quelle ‘trutture dell’immaginario’, che sono in continuo divenire e trasformazione ma all’interno di un andamento ciclico (Alchimia e Wunderkammer)”.

 

 

⌊Torna all’homepage⌉